Rinascita di un impero

La Russia di Putin

L'Intellettuale Dissidente

Blank bookcover with clipping path

15.00 13.00

8 disponibili

A partire da 60 euro di acquisto, spese di spedizione gratuite

Dopo la presidenza di Michail Gorbačëv e la caduta del blocco sovietico la Russia sembrava destinata ad accodarsi al nuovo assetto geopolitico unipolare capeggiato dagli Stati Uniti d’America. All’alba del terzo millennio, infatti, il percorso intrapreso da Boris Eltsin a capo della Federazione Russa aveva declinato quello che per anni era stato lo scopo dell’Urss: incarnare un modello alternativo e antagonista rispetto al capitalismo Occidentale. La terapia choc di Eltsin mirò a liberalizzare l’economia del Paese: privatizzazioni frettolose, azzeramento dei sussidi sociali, svalutamento del rublo a cui seguì il crollo del Pil. L’obiettivo di costruire una nuova economia di mercato capitalista si rilevò una clamoroso fallimento. In questo saggio la storia della Russia post Unione Sovietica – dalla religione alla teoria politica, dall’aspetto militare a quello energetico, fino alle crisi aperte e alla geopolitica – si intreccia con la vita e l’attività politica di Vladimir Putin. A partire dall’inizio della sua carriera nel KGB sino ai libri che oggi tiene sul comodino si evidenziano i limiti e la grandezza di questa personalità che è riuscita nell’intento di riportare il Paese al suo ruolo di protagonista nelle relazioni internazionali, spezzando il dominio incontrastato degli Usa e riaprendo la dialettica multipolare.

con prefazione di Alain De Benoist

Realizzato dalla sezione Esteri de L’Intellettuale Dissidente e curato da Alessio Caschera, hanno partecipato alla stesura del saggio (pagine 274; euro 15)  Andrea Minciaroni, Mauro Indelicato, Giovanbattista Varricchio, Federico Capnist, Alessio Mulas, Tancredi Sforzin, Alvise Pozzi, Francesco Manta, Luca Steinmann, Francesco Carlesi, Luca Pinasco, Leonardo Palma, Giovanni Giacalone, Alessandro Carocci, Alessio Pizzichini e Cristiano Puglisi.

 

edizione:Circolo Proudhon Edizioni
anno:2015
pagine:272
Recensione
Commenta