L’era del postumano

AA.VV.

Blank bookcover with clipping path

9.00 7.00

A partire da 60 euro di acquisto, spese di spedizione gratuite

«Ho visto un nuovo mondo che si avvicinava a grandi passi. Più scientifico, più efficiente, certo. Più cure per le vecchie malattie. Splendido. E tuttavia un mondo duro, crudele. Ho visto una ragazzina, con gli occhi chiusi, stringere al petto il vecchio mondo gentile, quello che nel suo cuore sapeva non sarebbe durato per sempre, e lei lo teneva fra le braccia e implorava, che non la abbandonasse. Ecco ciò che ho visto» K. Ishiguro, “Non lasciarmi”. 

In questo testo vengono trascritti gli interventi dei relatori che hanno partecipato al convegno “L’era del postumano” il 14 Marzo 2015. Paolo Becchi, Alain De Benoist, Giuseppina Barcellona, Eric Zemmour, Diego Fusaro e Tiziana Cirpini saggiano i confini di un paradigma tutt’ora vergine, ancora da scoprire e da indagare: il postumanesimo. Un modello antropologico che, sotto lo slogan dei “diritti civili”, abbatte i legami sociali, distorce concetti quali “vita”, “amore” e “famiglia”, si articola sulla manipolazione genetica, spersonalizza le figure dell’uomo e dalla donna, ingigantisce lo spazio della Tecnica e riduce quello della libertà.

Il saggio è curato da Paolo Becchi

edizione:Circolo Proudhon Edizioni
anno:2015
pagine:100
Commenta