Elites

Le illusioni della democrazia

Mosca   Pareto   Gramsci   Michels

copertina_elites_3d

13.00 6.50

Non disponibile

A partire da 60 euro di acquisto, spese di spedizione gratuite

«La forza di questa minoranza è irresistibile di fronte ad ogni individuo della maggioranza, il quale si trova solo davanti alla totalità della minoranza organizzata; e nello stesso tempo si può dire che essa è organizzata appunto perché è minoranza. Cento, che agiscono sempre di concerto e d’intesa gli uni cogli altri, trionferanno su mille presi ad uno ad uno e che non avranno alcun accordo fra loro» Mosca

«Illusione è il credere che di fronte alla classe dominante stia, al presente, il popolo; sta, ed è cosa ben diversa, una nuova e futura aristocrazia, che si appoggia sul popolo» Pareto

«Il sistema democratico nel partito si riduce, in fondo, senza alcun dubbio, al diritto delle masse di scegliersi da sé, in determinati momenti, quei padroni, ai quali esse nel frattempo debbono assoluta obbedienza» Michels

«I dirigenti si allontanano sempre più dalla massa e si vede la flagrante contraddizione che nei partiti avanzati esiste tra le dichiarazioni e le intenzioni democratiche e la realtà oligarchica» Gramsci

 

Un’antologia di scritti di quattro grandi pensatori del primo Novecento, sul tema – consunto e annacquato dalla retorica democratica – delle élite e dei rapporti tra governanti e governati. Di stringente attualità, i testi riuniti in questo libro saggiano i primi interrogativi sorti intorno al ruolo delle élites nelle società di ogni tempo. Dalle prime tesi di Mosca sulla classe politica e la minoranza organizzata fino alle critiche di Gramsci nei confronti della composizione del partito in Michels, passando per la teoria della circolazione delle élites di Pareto.

edizione:Circolo Proudhon Edizioni
anno:2016
pagine:150
Recensione

Commenta